A Firenze ecco John Currin maestro della ritrattistica contemporanea

martedì, 23 agosto 2016




Il museo Stefano Bardini di Firenze, dedicato al grandissimo antiquario e collezionista fiorentino del XIX secolo e noto per le sue importanti collezioni di pittura e scultura, è il primo spazio  pubblico italiano a dedicare una mostra al pittore americano John Currin. Accade cosi’ che accanto a Madonne donatelliane, bronzetti  e porcellane, dipinti seicenteschi e sculture lignee medievali trovino posto una serie di opere selezionate direttamente dall’artista americano. Si tratta per la maggior parte di ritratti, familiari, muliebri o allegorici, ma non mancano nudi femminili e nature morte che rappresentano bene l’indubbia maestria tecnica di Currin. E’ anche l’occasione per conoscere meglio un pittore dalla raffinata cultura visiva, noto per gli elegantissimi ritratti e le scene, anche lascive, interpretate con ironico realismo. Noi abbiamo intervistato il curatore dell’esposizione, Sergio Risaliti, che ci ha raccontato di Currin e di come il presente possa dialogare con il passato.

“John Currin. Paintings”

Firenze, Museo Bardini

13 Giugno – 2 Ottobre 2016



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*