Alceste: la rivelazione di una storia d`amore tra de Chirico e Antonia Bolognesi

giovedì, 14 gennaio 2016




Grazie alle lettere che per anni giacevano in una soffitta a Ferrara, si è scoperta una storia d’amore fino ad ora inedita tra Giorgio de Chirico e la ferrarese Antonia Bolognesi.  Il nipote  di Antonia, Eugenio Bolognesi, ha trovato ben 104 lettere scritte dalla mano del Pictor Optimus a questa donna, che  svelano un  De Chirico estremamente romantico  che scrive lettere quasi quotidiane a quella che lui  considerava la sua promessa sposa.

 Eugenio Bolognesi, in collaborazione con la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, ha raccolto le 104 lettere scritte dal giovane pittore e ha inoltre trovato alcune bozze di lettere di risposta da parte della  prescelta che testimoniano la motivazione per cui, ad un certo punto, il rapporto si sia interrotto. Il plico, conservato  per  anni dalla stessa Antonia, dimostra anche come,  malgrado l’interruzione della loro relazione,  l’amore di Antonia  sia continuato in seguito  per molti anni: tra le carte conservate si trovano infatti alcuni documenti che testimoniano come la giovane donna  abbia continuato a cercare un contatto con l’amato de Chirico.

Dal libro “Alceste, una storia d’amore ferrarese. Giorgio de Chirico e Antonia Bolognesi” (Maretti Editore) si evince come i documenti ritrovati da Bolognesi siano una scoperta storica di grande rilevanza;  il libro non si focalizza  soltanto sulla vita sentimentale fino ad ora sconosciuta del Maestro, ma svela anche molti dettagli che riguardano  la vita artistica di Giorgio de Chirico vissuta tra Ferrara e Roma verso la fine degli Anni Dieci.

Fino al 28 febbraio è in corso a Ferrara, a Palazzo dei Diamanti la mostra “De Chirico: Metafisica  e Avanguardie” che celebra il centinaio dell’arrivo di de Chirico nella città estense. Per vedere una clip della mostra cliccate qui o ascoltate la trasmissione radiofonia A3 Il formato dell’arte  dedicata alla mostra



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*