Carlo Bononi. L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese

domenica, 8 ottobre 2017


Il suo nome è stato accostato a quelli di Caravaggio e Zurbarán. Guido Reni ne ammirava la «sapienza grande nel disegno e nella forza del colorito». Pochi sono stati capaci di dipingere nudi maschili più potenti e seducenti di quelli creati da Carlo Bononi. Le sue tele sono vere e proprie meraviglie pittoriche create in tempi tragici, di carestie e pestilenze, nell’Italia di inizio Seicento. A servizio, ma non troppo, della Controriforma.La mostra in programma …



Fonte: Carlo Bononi. L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*