Come si realizza una mostra? Con Rai Arte alla Galleria Nazionale.1° giorno di allestimento

venerdì, 20 ottobre 2017




1 ° giorno dietro la quinte. Ci serve una lattuga fresca….

La realizzazione di una mostra non è una impresa semplice, e non sempre quando andiamo a vederne una ci rendiamo conto del cospicuo lavoro che si cela dietro.
Da quando la mostra viene ideata a quando viene aperta al pubblico, vi sono una serie di fasi intermedie di tipo tecnico – organizzative che devono essere espletate con un cronoprogramma abbastanza preciso affinché l’esposizione abbia successo.
Le operazioni da svolgere sono tante e altrettante le persone che collaborano e coordinano le varie attività.

Per capire meglio le fasi di elaborazione di una mostra dalla A alla Z  Rai arte ha avuto il privilegio di poter seguire per alcuni giorni da vicino l’allestimento della mostra ‘E’ solo un inizio. 1968’  a cura di Ester Coen presso La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.  

Rai arte  vi porta così dietro le quinte  documentando passo per passo le trasformazioni continue dello spazio espositivo.

Nel primo giorno di allestimento siamo entrati dal vivo nell’ambiente creativo ed effervescente  della Galleria Nazionale accompagnati dalla Responsabile del Restauro e della Conservazione, Luciana Tozzi, il cui compito in questo contesto è fondamentale. Al momento del disimballaggio lei e i suoi colleghi verificano accuratamente lo stato di ogni opera all’arrivo nel museo compilando con il prestatore o accompagnatore,  il cosiddetto  condition report, un documento essenziale nell’ambito di ogni mostra.

Ci confrontiamo con il lavoro legato all’arrivo e al disimballaggio di alcune opere, seguiti attentamente dalla curatrice Ester Coen in stretta collaborazione con la responsabile coordinatrice dell’Ufficio Mostre della Galleria Nazionale Giovanna Coltelli, assistite dall’importante lavoro della Registrar, Keila Linguanti, figura che si occupa dell’organizzazione logistica della mostra coordinando in termini burocratici e pratici, spedizionieri, allestitori, addetti al posizionamento delle opere.

L’incontro a sorpresa con Damiano Urbani, l’assistente di Jannis Kounellis per circa vent’anni, e con Mariano Boggia, assistente di Mario Merz, entrambi presenti per accompagnare le opere prestate per l’esposizione, ci svela aspetti curiosi legate alle due figure rappresentative dell’arte italiana degli anni Sessanta.

Vedi anche

Come si realizza una mostra?Con Rai Arte alla Galleria Nazionale. 2°giorno di allestimento.

Come si realizza una mostra? Lavori in corso alla Galleria Nazionale

L`eredità del 1968 nell`arte. E` solo un inizio alla Galleria Nazionale.



Fonte: Come si realizza una mostra? Con Rai Arte alla Galleria Nazionale.1° giorno di allestimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*