Dorothea Lange, la fotografa che ha svelato l`America agli americani

venerdì, 20 maggio 2016




A Dorothea Lange, grande fotografa del XX secolo, sua nipote Dyanna Taylor ha dedicato il documentario Dorothea Lange: Grab a hunk of lightning – Afferate il fulmine.

Dyanna Taylor, vincitrice di cinque Emmy Awards come regista o direttrice della fotografia, è oggi considerata, forse, una delle migliori documentariste nel panorama internazionale.

Le immagini realizzate da Dorothea Lange, negli anni Venti e Tenta, documentarono con estrema precisione la situazione dei disoccupati e dei senzatetto in California, degli effetti della Grande Depressione sui comuni cittadini, e delle condizioni di braccianti, migranti e operai in tutto il paese. Il suo lavoro fu così attento da attirare l’attenzione del governo, che la assunse proprio per realizzare reportage che svelassero l’America agli americani.

Dyanna Taylor riesce ad unire memorie personali e testimonianze storiche per restituire un’immagine completa della figura di sua nonna e del peso che i contenuti sociali delle sue fotografie hanno avuto, soprattutto in America.

L’anteprima nazionale del suo film, “Dorothea Lange: Grab a hunk of lightning”, è stata organizzata dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma presso il Museo MAXXI e a Napoli presso il Museo MADRE. In quell’occasione abbiamo incontrato Dyanna Taylor per farci raccontare come è nata l’idea del documentario che la regista – che ha già realizzato documentari in tutto il mondo su tematiche sociali e problematiche ambientali per importanti network, come  HBO, PBS, National Geographic e molti altri – ha riservato a sua nonna.



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*