Fantagraphic. La dem americana Alexandria Ocasio-Cortez diventa un fumetto

martedì, 5 Marzo 2019

Il racconto è il motore della politica da sempre: un po’ come facevano i macchinisti con il carbone dentro i motori dei treni a vapore, così i politici di oggi usano lo storytelling come combustibile della loro esperienza pubblica. Slogan immaginifici e biografie toccanti sono l’arma consueta per entrare in empatia col pubblico. Perché non bastano i contenuti: abbiamo bisogno di storie, di un racconto da ascoltare.
Gli esempi di rappresentanti che hanno usato la political narrative come arma vincente sono tanti. Tra i più roboanti e retorici, sicuramente quelli di Barack Obama – il presidente con le Sneakers – e di Donald Trump – il grande imprenditore arrivato alla Casa Bianca. Ognuno, a suo modo, ha raccontato una storia, o si è lasciato raccontare dall’immaginario collettivo.
Ma c’è una nuova figura nella politica internazionale che con le sue idee progressiste e le sue vicende biografiche sta attirando su di sé l’attenzione dei media di tutto il mondo: si tratta di Alexandria Ocasio-Cortez, nuova eroina della politica a stelle e strisce.

Dettaglio della copertina di uno dei due volumi del fumetto
Dettaglio della copertina di uno dei due volumi del fumetto

OCASIO-CORTEZ. DAL BRONX AL CONGRESSO

Nata nel Bronx da una famiglia di immigrati portoricani della working class, laureata alla Northeast, e cameriera in un ristorantino di tacos fino a poco prima di vincere nel 14° distretto di New York, Ocasio-Cortez è una delle figure più interessanti del partito democratico. Affascinante e normalissima (col suo stile millenial) l’attivista e politica dem ha già fatto parlare molto di sé, avvicinando alla sua storia giovani elettori e divenendo in qualche modo l’esempio di un approccio nuovo e determinato alla deriva dell’occidente contemporaneo. Vedremo in futuro come Alexandria Ocasio-Cortez sarà capace di confermare le aspettative dei suoi sostenitori; quello che è certo, ad oggi, è che la sua figura continua ad attrarre consenso e la sua storia continua ad appassionare l’America.

ARRIVA IL FUMETTO DELLA DEVIL’S

È così che dopo il riscontro mediatico garantito da articoli, da una pagina Instagram abilmente aggiornata, dal documentario Knock Down the House (presentato durante l’ultima edizione del Sundance Film Festival e recentemente acquistato da Netflix), l’attivista ventinovenne sta per conquistare anche il mondo dei fumetti: sembra infatti imminente l’arrivo di una raccolta di storie che vedrà come protagonista la rappresentante del congresso.

IL PRIMO VOLUME DELLA GRAPHIC NOVEL A MAGGIO

Il titolo della serie sarà Alexandria Ocasio-Cortez and the Freshman Force e verrà pubblicato dalla Devil’s Due Comics in due volumi, il primo dei quali disponibile da maggio 2019. Per ora i dettagli noti sono pochi. L’editore descrive il fumetto come “una satira che mette nel mirino Washington, senza risparmiare nessuno” sottolineando che “la Ocasio-Cortez non è stata coinvolta nel progetto”.
Eppure la stessa Ocasio-Cortez aveva già rivelato proprio sui social la sua passione per i comics, rispondendo seccamente al commento di un oppositore con una citazione di Alan Moore – il fumettista britannico autore di capolavori tra cui Watchmen, The Killing Joke e V for Vendetta.
Il fumetto raccoglierà una serie di racconti realizzati da autori come Jill Thompson (I piccoli Eterni, Strega madrina), Dean Haspiel (Cuba-La mia rivoluzione, L’Alcolista), Jose Garibaldi (MAD, Jingle Belle) e Tim Seeley (Batman Eternal, Nightwing), assieme a giochi enigmistici e altro ancora. I ricavi della vendita del libro andranno inoltre alle organizzazioni no profit United Services Organization e Raices Texas, che si occupano di supporto legale alle famiglie di immigrati, ai bambini e ai rifugiati.

– Alex Urso




Fonte: Fantagraphic. La dem americana Alexandria Ocasio-Cortez diventa un fumetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*