Filippo Cristini. La Zona

mercoledì, 1 marzo 2017


Il senso di Filippo Cristini per gli spazi è incredibilmente vivo e va al di là del visibile: luoghi reali reinterpretati sul filo del ricordo dove la memoria, come ha sottolineato Giovanni Cerri, aggiunge la componente poetica  a ciò che è già presente sulla tela. Correlativi oggettivi di luoghi interiori.Dopo le mostre “La città visibile” e “FerrH2O”, l’artista milanese classe 1989 prosegue la propria ricerca con “LA …



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*