"Gillo Dorfles è erotico, erratico e eretico," secondo Bonito Oliva

martedì, 1 dicembre 2015




In presenza del Maestro  105 enne, Il 25 novembre si è inaugurato una mostra su Gillo Dorfles al Museo Macro di Via Nizza a Roma a cura di Achille Bonito Oliva con allestimento di Fulvio Caldarelli e Maurizio Rossi.

Oltre 100 opere, alcune delle quali esposte per la prima volta: dipinti, disegni e opere grafiche, ma anche una selezione di ceramiche e gioielli. Un inedito percorso attraverso il tempo, dalle creazioni più recenti (inclusi tre dipinti inediti realizzati nell’estate 2015) alla fondazione del Movimento per l’Arte Concreta (in mostra, anche documenti originali e cataloghi storici delle prime esposizioni), fino agli esordi giovanili degli anni Trenta. Un corpo espositivo in cui le coordinate temporali tendono però a dissolversi nella sincronia di un lungo presente, tuttora in espansione. 

Una mostra che illustra le due anime distinte; l’artista e il critico d’arte: due differenti modi di vivere la relazione con il tempo. Da un lato, i tempi del mondo interiore: la sua vivacità espressiva autarchica e personalissima, imperturbabile di fronte all’avvicendarsi di avanguardie e correnti artistiche. Dall’altro lato, i tempi del mondo esteriore, l’orizzonte mobile della storia: il suo sguardo che indaga le oscillazioni del gusto, le evoluzioni estetiche e comportamentali del presente che caratterizza ogni epoca. 

 Gillo Dorfles. Essere nel Tempo

Macro Via Nizza

Fino al 30 marzo 2016



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*