Gli artisti, fragili eroi

giovedì, 10 marzo 2016




 “Fragili eroi”  è  una mostra che racconta la passione di una vita, quella di Roberto Gramiccia, tutta dedicata alla medicina e all’ arte. E’ infatti una figura di critico  molto particolare quella di questo medico, che, come ci raccconta in questa intervista, curando gratuitamente artisti spiantati, magari poi diventati famosi,  si è avvicinato all’ arte diventando nel corso degli anni un collezionista non certo di secondo piano. Da Mario Mafai a Scipione, da  Pizzi Cannella a Tano Festa ( bellissimo il suo Don Chisciotte esposto in mostra), da Carla Accardi a Di Stasio, sono tanti ed importanti gli artisti che nel corso degli anni sono andati a formare la ricca raccolta di Gramiccia. Si tratta di oltre 80 opere, che documentano bene la sequenze delle varie Scuole romane, a partire da quella di via Cavour e che ora tutti possono vedere in questa esposizione. L’ingresso è tra l’altro gratuito e permette anche di visitare il bel museo Bilotti, situato nel cuore di Villa Borghese a Roma, ed è dunque meritoria l’iniziativa di Alberta Campitelli   che il museo dirige e della associazione culturale Hidalgo che hanno reso possibile questa non banale occasione culturale.

“Fragili eroi. Storia di una collezione”

Roma, Museo Bilotti

10 Febbraio – 10 Aprile 



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*