I giovedì in CAMERA – Fotografare l’invisibile: la mafia tra latitanza e latenza

domenica, 2 aprile 2017


“I am nothing di Valerio Spada è un lavoro impressionante perché ci mostra il silenzio, la capacità di penetrazione della criminalità nella vita quotidiana e la nostra incapacità, impossibilità a difenderci”. Con queste parole Roberto Saviano descrive il progetto di Valerio Spada, che il fotografo discuterà con il magistrato Marzia Sabella e la giornalista Serena Uccello proprio a partire dai temi della latitanza e dell’infiltrazione …



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*