Il carisma ed il talento di Manet e la Parigi moderna a Milano

venerdì, 10 marzo 2017




Renoir disse di lui: “E’ importante per noi quanto Cimabue e Giotto per gli italiani del Rinascimento”. Pissarro affermò: “E’ molto più abile di tutti noi, ha trasformato il nero in luce”. Stiamo parlando di Edgar Manet, un gigante della storia dell’arte europea. Dotato di un grande carisma e di un eccezionale talento artistico, Manet è riuscito ad unire la grandezza della pittura classica alla libertà di quella moderna. Ora una mostra a Milano racconta il percorso artistico di questo maestro, che si intreccia con quello di altri celebri artisti, molti tra loro compagni di vita e di lavoro di Manet, frequentatori, assieme a lui,  di caffè, studi, residenze estive, teatri. L’esposizione raccoglie un centinaio di opere, provenienti dal parigino Musée d’ Orsay, tra celebri tele di Manet ed una quarantina di grandi pittori coevi come Degas, Monet, Cezanne, Boldini, Gauguin etc. La mostra celebra giustamente il ruolo centrale di Manet nella pittura moderna e lo fa  attraverso i vari generi cui l’artista si dedicò: il ritratto, la natura morta, il paesaggio, le donne ed infine la sua amatissima Parigi. Noi abbiamo intervista Guy Cogeval, storico presidente del Musée d’ Orsay e dell’ Orangerie di Parigi.

“Manet e la Parigi moderna”

Milano, Palazzo Reale

8 Marzo – 2 Luglio



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*