La "gentilezza" di un` artista americana tra ritratti, fotografia e slums

giovedì, 6 dicembre 2018


Arriva a Roma, dopo la tappa cosentina, la mostra che presenta le opere di un’ artista americana davvero interessante ed originale: Olivia Pendergast. 

L’ esposizione presenta i lavori  della  Pendergast, che, affascinata dallo stile e la cultura africana, esplora la realtà dei sobborghi più poveri e sovraffollati di Nairobi.

I suoi  ritratti  raccontano, dunque, gli slums ma con sguardo appuntito e inedito, non divisivo come normalmente avviene, né dualistico, perché il punto di osservazione è diretto. Non a caso Olivia ha scelto di vivere e lavorare in Kenya. Così senza filtri, con un approccio non mediato Kindness – come sostiene il curatore Daniele Garritano -“è testimonianza della forza della comunità femminile e dei legami che costituiscono le reti dei rapporti familiari”.

La modalità artistica adoperata dalla Pendergast è il ritratto, perché, come l’arte di narrare, offre: “la possibilità di accostarci alla vita di chi è diverso da noi, con un interesse più profondo di quello di un semplice turista, con comprensione e partecipazione, e arrivando a percepire il grave errore che la nostra società commette rifiutando di considerare le persone nella loro realtà, senza deformazioni” (Martha Nussbaum).

 All’ interno  della mostra sarà possibile vedere anche il contributo video di Natasha Sweeney con il suo  film  “Olivia Pendergast : relate”

“Kindness. L’ evidenza invisibile”

Roma, Tralevolte, Piazza di Porta  San Giovanni 10

Fino al 28 Dicembre (dal lunedi al venerdi 17- 20).

 

 


Fonte: La "gentilezza" di un` artista americana tra ritratti, fotografia e slums

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*