La sorprendente storia delle opere che Haring dipinse a Roma

lunedì, 4 settembre 2017




Ormai considerato uno degli artisti di maggior rilievo ed originalità del secondo Novecento, non solo nel campo della street – art o più precisamente del graffitismo, la fama di Keith Haring non accenna a diminuire. Fortunate dunque quelle città che ne conservano i lavori. A  Pisa, per esempio,  è possibile ammirare una sua opera di grandi  dimensioni, “Tuttomndo”,  realizzata nel 1989 che decora una parete del convento di Sant’ Antonio, a pochi passi dalla stazione ferroviaria.

Non tutti sanno però che il pittore americano fece tappa anche a Roma, dove dipinse due opere. Ma dove, quando, perchè  e soprattutto che fine hanno fatto ?

Ce lo racconta Alice Ghinolfi,  co – curatrice di “Cross the Streets”, importante esposizione dedicata la variegato mondo dell’ arte di strada che in una  apposita  sezione ha ricostruito  questa non molto conosciuta storia.

Per saperne di più sull’, opera di Haring a Pisa vi suggeriamo di guardare questo video: http://www.arte.rai.it/articoli/keith-haring-i-graffiti-e-il-problema-del-restauro/2732/default.aspx

Per la mostra “Cross the streets” invece potete vedere il seguente video: http://www.arte.rai.it/articoli/tanti-artisti-famosi-e-un-haring-scomparso-la-mostra-che-fa-il-punto-sulla-street-art/38148/default.aspx 



Fonte: La sorprendente storia delle opere che Haring dipinse a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*