Matera 2019. 3 cose da non perdere questo fine settimana nella Capitale della Cultura

venerdì, 24 Maggio 2019

Le arti come strumento per riscoprire le tradizioni e le radici culturali del territorio e della comunità: è questo il fil rouge che lega le tante e diversificate iniziative promosse nell’ambito di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, con una programmazione di eventi che coinvolge in prima persona esponenti italiani e internazionali del mondo della cultura ma anche e soprattutto il pubblico. Tavole rotonde, workshop ed eventi all’aria aperta sono tra le attività che caratterizzano il cartellone di eventi di questo fine settimana, che vedrà a Matera la presenza dell’etnomusicologo americano Steven Feld, studioso delle tradizioni popolari della Basilicata. Questo weekend, inoltre verrà celebrata anche la Festa Europea delle Comunità, e per l’occasione il capoluogo lucano accoglierà cittadini provenienti dalle precedenti Capitali Europee della Cultura per parlare di collettività e sviluppo sociale. Tra gli eventi che abbiamo selezionato per voi, uno vede protagonista l’arte, con un workshop che analizza il suo ruolo sociale e politico dall’antichità fino a oggi. Ecco nel dettaglio tutti gli appuntamenti.

– Desirée Maida

LA FESTA EUROPEA DELLE COMUNITÀ

Sassi di Matera
Sassi di Matera

Il 24 e il 25 maggio, in occasione della Festa Europea delle Comunità, Matera 2019 celebra la Giornata Europea del Vicinato, dedicata a tutti i cittadini italiani ed europei impegnati nella costruzione di processi collettivi che migliorano la vita nelle loro comunità. Per l’occasione, la Fondazione Matera Basilicata 2019 ha invitato a Matera cittadini impegnati in questi processi provenienti da città che sono state in passato Capitali Europee della Cultura, per scambiare e confrontare le proprie esperienze. Tra gli appuntamenti in programma, venerdì 24 il pubblico potrà partecipare a un momento dedicato alla Salute Mentale di Comunità, con laboratori per la costruzione di cupa cupa e la spettacolazione di Noi e la Maschera, organizzato dalla Cooperativa Progetto Popolare in piazza San Giovanni; e un altro dedicato al ricamo e riciclo emozionale (RoseCrossing), con un laboratorio nella sede dell’Associazione Crea che Ricrea organizzato insieme alle ricamatrici dell’Associazione Santa Maria della Rocca Onlus di Calciano. Sabato 25, sarà la volta di Giochi da Tavola di Comunità, organizzati dall’Associazione Zio Ludovico a Casino Padula; le camminate di nordic walking alla scoperta dei Sassi proposte dall’Associazione Matera Cammina; il laboratorio dedicato alla realizzazione di pasta filata (Food Process: dal latte alla mozzarella) a cura dei cittadini del quartiere Agna (a Casino Padula). L’ingresso agli eventi è gratuito fino ad esaurimento posti. Il programma delle iniziative è consultabile sul sito ufficiale www.materaevents.it alla sezione European Neighbours’ Day.

24 – 25 maggio
European Neighbours’ Day
Sedi varie

LE TRADIZIONI MUSICALI DELLA BASILICATA STUDIATE DA STEVEN FELD

I-DEA. Le due culture. Artefatti e Archivi, Cava Paradiso, Matera 2019. Photo Pierangelo Laterza
I-DEA. Le due culture. Artefatti e Archivi, Cava Paradiso, Matera 2019. Photo Pierangelo Laterza

È dedicata all’etnomusicologo Steven Feld la serie di appuntamenti che si terranno tra il 25 e il 26 maggio nell’ambito di I-Dea, progetto a cura di Joseph Grima che esplora gli archivi e le collezioni della Basilicata da un punto di vista artistico. Gli eventi in programma permetteranno al pubblico di scoprire in chiave contemporanea riti antichissimi e tradizioni fondamentali della storia della Basilicata e dell’Italia intera, e in particolare le ricerche condotte da Feld sui suoni del “Maggio di Accettura”, una festa popolare che si tiene tutti gli anni nel periodo della Pentecoste nel comune in provincia di Matera. Si parte sabato alle ore 17 alla Cava Paradiso con una tavola rotonda che vedrà impegnati Nicola Scaldaferri, docente Università degli Studi di Milano, Serena Facci, docente Università di Roma Tor Vergata, Ferdinando Mirizzi, docente dell’Università degli Studi della Basilicata, Don Giuseppe Filardi, ricercatore, storico e Parroco, Alfonso Vespe, Sindaco di Accettura e lo stesso Feld; modera Chiara Siravo, curatrice associata di I-Dea. L’incontro prevede inoltre gli interventi musicali a cura di Alberico Larato, complessi di Bassa Musica e musicisti spontanei di Accettura. Per l’occasione, sarà resa accessibile, la versione inglese del cdbook I suoni dell’albero (When the Trees Resound, edited by N. Scaldaferri and S. Feld, Nota-Voxlox 2019). Domenica 26 maggio alle 19:30, presso il Cinema Piccolo di Matera, sarà proiettato in anteprima europea il film Voices of the Rainforest, un’opera che racconta più di 30 anni di lavoro e di ricerca di Feld. Gli appuntamenti sono gratuiti e fino a esaurimento posti.

Sabato 25 maggio ore 17
Cava Paradiso
Tavola rotonda con Steven Feld
Domenica 26 maggio ore 19:30
Cinema Piccolo di Matera
Proiezione del film Voices of the Rainforest

PENSARE CON L’ARTE. I WORKSHOP DEL PROGETTO MATERA ALBERGA

Matera Alberga. Intervento di Dario Carmentano
Matera Alberga. Intervento di Dario Carmentano

Rientrano nel progetto Matera Alberga i workshop Art Thinking, occasioni riflessione sull’“approccio dell’arte ai processi della vita, delle imprese, delle istituzioni e della società in genere che, nei millenni, ha dimostrato di essere il miglior dispositivo di attivazione dell’intelligenza emotiva”. Durante gli incontri, vengono proiettate immagini di opere d’arte dall’antichità fino all’età contemporanea, per riflettere sul ruolo e il potere dell’arte per la coscienza individuale e collettiva. Il prossimo incontro di Art Thinking, intitolato ll passato del futuro: le Avanguardie storiche e a cura di Francesco Cascino e Dario Carmentano, si terrà sabato 25 maggio dalle ore 10 alle 13 al Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola.

25 maggio – dalle ore 10 alle 13
Il passato del futuro: le Avanguardie storiche
Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola




Fonte: Matera 2019. 3 cose da non perdere questo fine settimana nella Capitale della Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*