Musei italiani: è tempo di bilanci

venerdì, 5 maggio 2017



Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo ha realizzato, insieme all’associazione Civicum e con il supporto del Boston Consulting Group, il conto economico dettagliato e confrontato di tre musei autonomi e di 20 siti della cultura che fanno capo a due Poli Museali regionali. Si tratta della Galleria Borghese di Roma, delle Gallerie Estensi a Modena, della Pinacoteca di Brera a Milano e dei Poli della Puglia e dell’Umbria.

Il contenuto dello studio relativo alla fase pilota ha evidenziato la “leadership”, tra i musei autonomi, della Galleria Borghese con 525mila visitatori e “ricavi attesi da biglietteria” per 3,5 milioni di euro nel 2017. Tra i siti dei Poli spicca Castel del Monte (Puglia) con quasi 800mila euro. La Pinacoteca di Brera presenta il primato per la raccolta fondi totalizzando quasi 200mila euro per servizi aggiuntivi, quali ad esempio i book store, e 420mila euro per contributi da privati.

Il Rendiconto Economico Integrato è un’innovazione strategica nella gestione delle strutture museali e “deve diventare un parametro permanente” ha commentato il ministro Dario Franceschini, applicabile al totale potenziale di circa 450 musei e Poli italiani.”Il primo passo verso un meccanismo permanente di monitoraggio e valutazione delle attività dei musei”, uno strumento indispensabile per misurare l’efficienza, avere visibilità sulle risorse necessarie per l’attività e programmare il futuro, ma allo stesso tempo, garantire trasparenza e realizzare confronti nel tempo e tra istituti.


Fonte: Musei italiani: è tempo di bilanci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*