Nel Foro romano restaurata una chiesa – gioiello

venerdì, 22 aprile 2016




Dopo un restauro durato circa tre decenni finalmente ha riaperto al pubblico la chiesa di Santa Maria Antiqua. Collocata all’interno del Foro romano, proprio alle pendici del Palatino, fu trasformata in chiesa dedicata alla Madonna nel VI secolo e fu il primo edificio cristiano a venir costruito ex novo a Roma. Decorata su ordine di un poco tutti i papi di quel periodo, la chiesa conserva sulle pareti un patrimonio di pitture unico nel mondo cristiano del primo millennio , databile tra il VI ed il IX secolo , quando fu abbandonata a seguito dei crolli del terremoto dell’847. Si tratta dunque di una sorta di “Pompei della pittura dell’ epoca” che, dopo i restauri, ha rivelato una parete che racchiude in sè sette strati di dipinti sovrapposti. Le pitture rivelano quel tipico stile bizantino che purtroppo a Costantinopoli andò distrutto a causa dell’ iconoclastia e sono dunque una testimonianza tanto preziosa quanto affascinante. Ora una mostra, allestita appositamente per la riapertura, consente di visitare e capire questo luogo davvero incantevole la cui storia ed importanza ci ha raccontato Giulia Bordi, una delle curatrici.

” Santa Mara Antiqua tra Roma e Bisanzio” 

Roma, Foro Romano

Dal 17 Marzo



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*