Riapre un incantevole giardino in uno storico palazzo romano

martedì, 28 giugno 2016



Palazzo Venezia è uno dei più bei palazzi rinascimentali romani. Al suo interno ospita tra l’altro un importante museo che annovera tra l’altro una pinacoteca con diversi capolavori, una importante  armeria e notevoli  collezioni di porcellane, ceramiche e terrecotte. Nonostante questo è un luogo spesso colpevolmente ignorato da romani e turisti, ma ora, finalmente,  qualcosa è cambiato. E’ stato infatti riaperto al pubblico l’ incantevole giardino, anch’esso rinascimentale, che per anni è stato solo un parcheggio ministeriale. Si tratta di una vera e propria oasi di pace, al riparo dal traffico rumoroso e caotico che circonda il palazzo, dove chiunque ha la possibilità di riposarsi, leggere, chiaccherare tra palme, magnolie, fiori  ed arbusti vari, cullato dal rumore dell’acqua della fontana  posta al centro. Ma le buone notizie non finiscono qui. In occasione della riapertura di questo “giardino ritrovato” ecco, dal 20 giugno al 16 settembre,  una rassegna di concerti, conversazioni sull’arte, spettacoli di teatro e danza ( questi ultimi curati da Anna Selvi) , tutti di ottimo livello. Chiunque dunque durante il giorno potrà accedere al giardino mentre la sera con soli 5 euro si potrà assistere agli spettacoli in cartellone, visitare il museo aperto per l’occasione  e dopo le  conferenze dedicate al’arte assistere alla visita guidata del palazzo e di alcune deliziose sale  tra cui quella dello “storico balcone”. Noi abbiamo intervistato Edith Gabrielli, Direttore del Polo Museale del Lazio, che ha fortemente  voluto  e curato la riapertura del giardino e la rassegna di spettacoli serali la quale  ci ha raccontato come è nato e si è sviluppato questo progetto che ha restituito a tutti un piccolo ma incantevole pezzo del nostro patrimonio artistico


Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*