Severini il pittore che cercava la perfezione artistica

lunedì, 4 aprile 2016




La mostra che la Fondazione Magnani Rocca dedica a quel grande protagonista dell’arte novecentesca che è stato Gino Severini ha l’indubbio merito di celebrare l’intera parabola creativa di questo artista. Non si limita infatti a concentrarsi sul periodo di adesione al Futurismo ed al Cubismo , quando il pittore cortonese è attratto dalle rotture linguistiche dell’ avanguardia, ma lo segue anche nei decenni successivi quando ricercherà un equilibrio armonico di ispirazione classica ma non  vuotamente classicista. Vengono esposte infatti circa cento opere,  di cui 25 inedite,  frutto di recenti scoperte o mai viste prima in Italia,  che ben documentano il percorso di Severini dall’ inzio del Novecento fino agli anni ’60. Noi ci siamo fatti raccontare l’esposizione dai due curatori, Stefano Roffi e Daniela Fonti

” Severini. L’emozione e la regola”.

Fondazione Magnani Rocca,  Mamiano di Traversetolo ( Parma)

19 Marzo – 3 Luglio  



Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*