SUBLIMIS: The World seen beneath the Surface

lunedì, 19 ottobre 2015

Una mostra di Giuseppe La Spada con il supporto speciale di Ryuichi Sakamoto e il contributo artistico di Calembour, Catodo, Christian Fennesz, Giuseppe Cordaro e Corrado Nuccini, Lisa Masia (Lilies on Mars), Ben Frost, Taylor Hayward.

È ancora possibile salvarsi?

Impegnato in prima persona in un percorso di approfondimento artistico riguardo al tema dell’acqua, l’artista propone un’esperienza sinestetica e multimediale frutto di una ricerca che parte dall’eccessivo e sconsiderato utilizzo che l’Uomo contemporaneo fa delle risorse del pianeta. 

Sublimis, che comunemente in latino viene riferito all’eccelso, in questo caso utilizza la scomposizione tra i termini “sub” e “limo”, letteralmente “sotto il fango”, per porre in evidenza lo stato di bruttezza che sta sedimentando per mano umana sulla natura e sulla bellezza geologica. 

Il progetto è stato realizzato con il contributo e la collaborazione di artisti, scienziati e intellettuali. Affinché si possa ripartire dalla conoscenza dell’elemento Acqua, della sua esauribilità, delle contaminazioni alla quale è sottoposta, La Spada propone un percorso volto all’assunzione di coscienza politica e civile di quello che è il maggior problema per la sorte dell’Uomo e del Pianeta. 

Giuseppe La Spada è un artista interdisciplinare ispirato dalla Natura e dal Suono.
Il costante utilizzo di elementi naturali nei suoi lavori lo posiziona come uno degli artisti italiani più sensibili ai temi ambientali. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali. È membro della International Academy of Digital Arts and Sciences di New York e ha collaborato con musicisti internazionali trai quali Ryuichi Sakamoto, Christian Fennesz.

 

La mostra è organizzata dall’associazione Recodewater, in collaborazione con Ethicando Association di Milano,
il patrocinio dell’Associazione Italiana della Fondation Prince Albert II de Monaco onlus e della Associazione Culturale Giappone in Italia e con il sostegno di Tim4Expo.

Prodotto da Simeone Scaramozzino, Recode Water
Allestimento: Video Sound Art
Layout manager: Laura Lamonea
Designer: Daniela Amandolese
Technical manager: Lino Palena
Digital manager: Eleonora Guido

Triennale di Milano – in Corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*